Passa la manovra finanziaria: Approvati, reddito di cittadinanza, pensioni minime e flat tax

Ieri in aula si è proseguito a oltranza fino a notte fonda affinché il testo fosse approvato. I giornaloni hanno aperto con immagini della Bonino piangente, la quale si dimostrava indignata per il poco rispetto delle istituzioni. Si sono messi proprio tutti a contrastare la manovra, persino l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Fa un po’ tenerezza vedere persone che hanno sempre peccato di incoerenza istituzionale ergersi a Paladini in difesa di quei valori che hanno contribuito a distruggere.

Il Signor Napolitano, invece ha una storia più travagliata fatta di ombre e qualche bugia.  Dapprima militante fascista, poi alleato e traduttore degli americani durante la liberazione, in seguito militante del PCI insieme al gruppo dei miglioristi, fondò un suo quotidiano: Il Moderno, finanziato dall’editore Publitalia Mondadori.

Le tv per anni, lo hanno spacciato per ex Partigiano e fiancheggiatore dei gruppi della resistenza.

Video di qualche anno fa:

Poi abbiamo assistito alla vergognosa sceneggiata di alcuni di esponenti del PD, che dapprima hanno lanciato fogli per aria, poi hanno attaccato aggressivamente la maggioranza sia verbalmente che fisicamente

E’ strano e poco appropriato per un partito che si ritiene dalla parte del popolo e della comunità, scagliarsi contro chi ha deciso di non incentivare ancora i tecnocrati, le banche e la burocrazia finanziaria…a voi le dovute considerazioni

Infine a notte fonda la Manovra viene approvata, sotto gli scroscianti applausi di M5S e Lega e un discorso del deputato, ex giornalista Gianluigi Paragone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *