Carmine Schiavone ex boss dei casalesi, parlò della paura del M5S, da parte dei partiti.

Carmine Schiavone arrestato nel 1991, fu parte di quel mondo di mezzo che collegava il clan dei casalesi, alle istituzioni malsane e alla politica. Nel 1993 divenne collaboratore di giustizia, e fu uno tra i primi pentiti a parlare della questione rifiuti e della terra dei fuochi

Qui un video pubblicato dal fattoquotidiano.it

Schiavone disse anche a un intervista con le Iene, che quando la camorra iniziò a trattare i rifiuti, lui si indignò e decise di uscirne per non avvelenare la sua terra.

In un intervista mai pubblicata e mai uscita sulle tv ufficiali, disse che il governo e i partiti, sia quelli di destra, che quelli di sinistra, avrebbero temuto l’ascesa del M5S, per il fatto che questi avrebbero iniziato a indagare e a scoprire i collegamenti tra i servizi segreti, i rifiuti, il trafficco di armi, edilizia  ecc

 

Ecco il video recuperabile facilmente anche attraverso Youtube:

 

L’ex Boss è morto d’infarto nel 2015 in ospedale a Viterbo, tuttavia è stata aperta un indagine per fare chiarezza su quanto accaduto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *