Archivi tag: donne

STRAGE DI CRISTIANI IN PAKISTAN MOLTE DONNE E BAMBINI

Almeno 63 persone, tra cui donne e bambini, sono rimaste uccise in un attacco kamikaze compiuto in un parco pubblico di Lahore, in Pakistan. Trecento i feriti. Il parco era affollato di famiglie quando è avvenuta l’esplosione. Tra le vittime 45 cristiani che stavano celebrando la Pasqua. Il Jamatul Ahrar, già legato al principale gruppo talebano pachistano Ttp, ha rivendicato l’attentato.

 

download (1)

 

Alcuni testimoni hanno descritto la scena come una carneficina, con sangue e resti umani sparsi sull’erba. I feriti, 125 dei quali sono cristiani, sono stati trasportati all’ospedale con taxi e autorisciò che erano parcheggiati vicino agli ingressi. Il luogo, un popolare ritrovo nei pressi di un quartiere residenziale di Lahore, non era protetto dalla polizia.

Le autorità hanno dispiegato l’esercito nell’area che è stata chiusa al pubblico. Negli ospedali della città è scattata l’emergenza. L’esplosione, che ha mandato in frantumi le finestre degli edifici circostanti, è avvenuta nel parcheggio del parco Gulshan-e-Iqbal Park, nei pressi di un ingresso e a pochi metri dalle altalene dei bambini.

Renzi: “Pasqua insanguinata da follia kamikaze” – “Il pensiero corre alle piccole vittime pachistane di #Lahore e alla Pasqua insanguinata dalla follia kamikaze #prayforlahore”. Questo il messaggio di cordoglio pubblicato su Twitter dal premier Matteo Renzi.

Ferma condanna della Casa Bianca – Gli Stati Uniti hanno condannato nei termini più forti “l’orrendo attacco terroristico a Lahore”. Lo ha riferito la Casa Bianca, parlando di un “atto codardo” e sottolineando che gli Stati Uniti “sono al fianco della gente e del governo del Pakistan in questo difficile momento”. “Continueremo a lavorare con i nostri partner in Pakistan e nella regione – si aggiunge – così come insieme saremo irremovibili nei nostri sforzi per sradicare la piaga del terrorismo”.

Papa prega: strage orribile – “La strage orribile di decine di innocenti nel parco di Lahore getta un’ombra di tristezza e di angoscia sulla festa di Pasqua. Ancora una volta l’odio omicida infierisce vilmente sulle persone più indifese”. Lo dichiara padre Federico Lombardi, sull’attentato in Pakistan. “Insieme al Papa – che è stato informato – preghiamo per le vittime, siamo vicini ai feriti, alle famiglie colpite, al loro immenso dolore, ai membri delle minoranze cristiane ancora una volta colpite dalla violenza fanatica, all’intero popolo pachistano ferito”.

Malala: “Sconvolta da crimine insensato”
– La vincitrice del premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai, attivista pakistana, ha condannato la strage. “Sono sconvolta da un crimine insensato – ha scritto la giovane su Twitter – che ha colpito gente innocente. Sono vicina alle famiglie delle vittime. Condanno questo attacco nei termini più forti. Siamo al fianco delle famiglie delle vittime. Il Pakistan ed il mondo intero devono rimanere uniti. Ogni vita è preziosa e deve essere rispettata”.

 

TGCOM

TRA 10 ANNI ANCHE GLI UOMINI POTRANNO PARTORIRE

Massimo dieci anni, non uno di più, e anche Adamo dovrà “partorire con dolore”. La scienza fa passi da gigante e si avvicina sempre più il momento in cui anche gli uomini potranno mettere al mondo un figlio, dovranno provare le doglie del parto e la rottura delle acque.

 

download

 

Siamo quasi certi che ne farebbero volentieri a meno.

Ma gli scienziati non si fermano. Un gruppo di medici della Cleveland Clinic in Ohio, ha iniziato a cercare deui candidati per sperimentare il trapianto uterino maschile. In poche parole, secondo la dottoressa Karine Chung, direttrice del programma di conservazione della fertilità presso la University of Southern California’s Keck School of Medicine: “Non ci sono così tante differenze tra l’anatomia maschile e quella femminile. Probabilmente qualcuno prima o poi sarà in grado di farlo”. Poi aggiunge: “La mia ipotesi è che tra cinque, dieci anni o forse prima, anche per gli uomini sarà possibile portare a termine una gravidanza e partorire”.

Dal punto di vista tecnico, per assicurare la vascolarizzazione necessaria ad alimentare il feto con il sangue e i nutrimenti, gli scienziati stanno cercando di collegare il ramo di un grande vaso sanguigno dell’uomo all’utero trapiantato. Poi con una terapia ormonale si agisce sul testosterone, riducendolo al punto giusto e introducendo quel progesterone e quegli estrogeni necessari ad innescare la gravidanza e preparare l’utero.

Quanto potrebbe costare un trapianto? Secondo la Fondazione Nazionale dei Trapianti i prezzi saranno alle stelle. E poi ci sarebbe anche la questione di bioetica. È giusto (oltre che logico) sfidare così tanto la natura delle cose? “Le persone lo desiderano veramente? – si chiede il dottor Arthur Caplan, direttore di etica medica presso la NYU School of Medicine – Non credo che il trapianto uterino per gli uomini sia una priorità, soprattutto se si considerano le scarse risorse economiche a disposizione

IL GIORNALE

PER L’IMAM ESSERE STUPRATI DAI MUSULMANI PER LE CRISTIANE E’ UN ONORE

L’uomo – se così possiamo definirlo – è un ‘australiano’ dello Stato Islamico che è apparso in un video di propaganda di ISIS.

Ha sostenuto che le donne non musulmane sono “usate e abusate” e che diventare schiave di un islamico è “il più grande onore che si può rendere loro”.

Australian-death-cult-jihadist-620x349

 

Abu Khalid, soprannominato ‘imam di Melbourne’, è il perfetto rappresentante di quella che gli antirazzisti definiscono ‘nuova umanità’, figura mitologica di ‘migrante integrato’.

Viveva a Melbourne ed è di razza mista cambogiana-fijana. Frequentava la moschea. Ieri ha utilizzato i social media dal Medio Oriente, dove decapita cristiani e violenta cristiane, per esprimere le sue rivendicazioni ideali.

“Essere una Sabaya (schiava sessuale degli islamici) è il più grande onore per le cristiane”, ha scritto.”

 

fonte