ZAIA: spero che si riapra tutto quello che è possibile

Il governatore del Veneto Luca Zaia, si è detto favorevole nell’aprire le attività al più presto, nel corso della quotidiana conferenza stampa sull’emergenza Coronavirus dalla sede della Protezione Civile di Marghera, si è espresso cosi:

“Ieri abbiamo avuto una videoconferenza con i colleghi presidenti di regione in cui si è discusso di un documento da presentare per la fase 2. Io spero che si vada nella direzione di aprire tutto quello che si possa considerare apribile. C’è la volontà di fare tutto questo con a fianco la comunità scientifica e che sia rispettosa delle linee guida per la messa in sicurezza dei lavoratori e della comunità'”. Ha detto il governatore del Veneto.

“Firmo nuova ordinanza, voglio raschiare il fondo del barile”: lo annuncia il governatore del Veneto. Il Veneto anticipa, con nuova ordinanza firmata oggi dal governatore Luca Zaia, alcune deroghe alle restrizioni nel commercio: viene dato il via libera nella regione alla vendita del cibo per asporto nei take away, pasticcerie e gelaterie – finora era possibile solo la consegna a domicilio – mantenendo il divieto di consumo all’interno dei locali dell’esercizio.   

Negozianti e clienti dovranno avere mascherine e guanti, e rispettare il distanziamento di un metro. Altro allentamento riguarda le aperture di librerie, cartolerie e negozi di abbigliamento per bambini, per i quali non vale più il limite dei due giorni a settimana. “Abbiamo raschiato il barile – ha detto Zaia – togliendo tutto ciò che si poteva per quanto è consentito dalla legge. Ma sia chiaro, non è il libera tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: