Salvini: “Leghisti ad oltranza in parlamento”

Così, questa sera, dopo il voto sullo scostamento di bilancio, Salvini ha rincarato la dose e ha annunciato di voler occupare il Parlamento. “Tanti di voi ci hanno chiesto di rimanere in Parlamento fino a che dal governo non arriveranno risposte concrete agli Italiani su: mascherine e protezione sanitaria per tutti, cassa integrazione non ancora arrivata ai lavoratori, soldi veri a commercianti e imprenditori, certezze per le famiglie coi figli a casa e le scuole chiuse, sospensione vera dei mutui, sostegno per affitti e bollette, mafiosi da riportare in carcere”, scrive su Twitter. “Gli Italiani si sono dimostrati anche in emergenza un grande Popolo, adesso meritano fiducia e protezione. Noi ci siamo, stanotte fateci compagnia a distanza”, ha aggiunto.

Con Salvini, in Senato, ci sono una trentina i senatori della Lega che, questa notte, resteranno in aula a Palazzo Madama. Il leader della Lega dovrebbe essere presente al presidio anche domani, con la previsione di pernottare a Palazzo Madama una seconda sera.

E dopo aver occupato il Senato, i leghisti si sono riversati anche alla Camera. “La Lega occupa l’aula”, scrive Emanuele Fiano del Pd. Nel Parlamento si consuma il caos. I leghisti rimangono nelle rispettive aule e la presidente del Senato, Elisabetta Casellati, al termine della capigruppo, ha dato mandato ai questori di sgombrare l’Aula ma i senatori della Lega si sono rifiutati di uscire.

I leghisti sono intenzionati a rimanere tutta la notte in Parlamento. “Qui Camera e Senato, la Lega c’è. Siamo qui per ascoltare gli italiani che, chiusi in casa da 50 giorni, meritano risposte rapide, tempi certi e aiuti concreti, non solo promesse (come su cassa integrazione, 600 euro e soldi alle imprese). Non interrompiamo il lavoro né diamo fastidio a nessuno, siamo la vostra voce!”. Lo scrive su facebook Matteo Salvini postando le foto dei parlamentari che stanno partecipando al presidio della Lega nelle aule di Camera e Senato.

E fra una foto e un post, dopo che i questori hanno chiesto ai senatori di lasciare l’Aula, tutti i parlamentari presenti sono usciti tranne quelli della Lega. “Vogliono stare qui fino a domani mattina alle 7, non hanno alcun rispetto per i dipendenti”, si riferisce in ambienti parlamentari della maggioranza.

“Protesta pacifica”

Poco fa, dall’Aula della Camera è partita una diretta per documentare il senso della “protesta pacifica, non violenta” della Lega, che presidia le Camere ad oltranza contro le incertezze della fase 2 del governo. Durante la diretta, il deputato barese Rossano Sasso si è improvvisato intervistatore di alcuni dei suoi colleghi. Poi, a un certo punto, si è filmato mentre chiudeva la porta dell’Aula, da dentro, con il chiavistello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: