Ecco come avere 800 euro: chi può richiederlo

Dopo il reddito di inclusione e di cittadinanza, ecco il reddito di emergenza. Si tratta di una misura a sostegno di chi si trova in difficoltà economica a causa dell’emergenza sanitaria e crisi scaturita dal coronavirus.

Nello specifico si tratta di un assegno che può arrivare fino a 800 euro – 400 per i single e 800 per le famiglie – per chi, appunto, fa fatica ad arrivare a fine mese a causa del Covid-19.

Però attenzione: il bonus non sarà elargito a tutti in modo indistinto, servirà rientrare nei requisiti che le forze di governo stanno delineando. Da quanto emerge, i paletti che stabiliscono o meno se un soggetto o un nucleo familiare può ricevere il sussidio saranno quattro.

Qui di seguito le 4 condizioni:

1) residenza taliana

2) reddito mensile on superiore ai 400 per i singoli individui e di 800 per i nuclei familiari

3) patrimonio mobiliare 2019 inferiore ai 10.000 euro per i single e ai 20.000 euro per le famiglie

4) Isee inferiore ai 15.000 euro.

Esclusi dal reddito di emergenza tutti coloro i quali già ricevono altri contributi, come quelli concessi ai liberi professionisti, lavoratori autonomi, partite Iva, lavoratori agricoli e stagionali del settore turistico. Però, attenzione: il reddito di emergenza è compatibile con quello di cittadinanza, ma in questo caso l’assegno sarà riconosciuto come un’integrazione e mai a superamento della soglia degli 800 euro.

Le forze della maggioranza stanno bisticciando su questo punto, visto che c’è chi spinge per una durata di 90 giorni e chi invece punta a una misura più contenuta nel tempo e che rimanga in vigore “solamente” due mesi. Inoltre, qualcun altro punta a trasformare il reddito di emergenza in un aiuto elargito dalle casse dello Stato a chi ha i requisiti solo una volta.

Fonte Corriere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: